I Longidoridae (Nematoda, Dorylaimida) delle regioni italiane. VIII. L'Emilia-Romagna

F. Roca, F. Lamberti, A. Agostinelli

Abstract


Le indagini sulla distribuzione geografica dei nematodi Longidoridae nelle regioni italiane proseguono con questa nota relativa all'Emilia-Romagna. Martelli e Lamberti (1967) riportano in Emilia la presenza di Xiphinema vuittenezi e Giunchedi e T acconi (1974) quella di X. pachtaicum (identificato come X. mediterraneum) in un pescheto affetto da butteratura dellegno. Successive notizie sulla presenza di Longidoridae in questa regione riguardano principalmente i rinvenimenti di altre specie del genere Xiphinema in vlgneti (Roca e Lamberti, 1978; Tacconi, 1985). Nella nota di Roca e Lamberti, preparata nel1976, oltre a X. vuittenezi, sono segnalati X. brevicolle, X. index, X. italiae e X. pachtaicum, riportato come X. mediterraneum perche non ancora sinonimizzato con X. pachtaicum (Siddiqi e Lamberti, 1977). La presenza di Longidorus euonymus e L. ;uvenilis e riportata in vigneti di questa regione, spes so in associazione con X. italiae (Roca, 1980). Per compiere questa indagine sono stati raccolti, in vari ambienti agrari e naturali dell'Emilia-Romagna, circa 350 campioni di terra, prelevati e preparati per 10 studio microscopico secondo il procedimento indicato da Lamberti et al., (1985). Sono state rinvenute sette specie di Longidorus : L. eri-1 Gli autori ringraziano il Sig. V. Radicci per l'assistenza tecnica. danicus, L. euonymus, L. intermedius, L. ;uvenilis, L. kuiperi, L. moesicus, e L. picenus e cinque specie di Xiphinema: X. brevicolle, X. index, X. ita lia e , X. pachtaicum e X. vuittenezi. La distribuzione geografica delle specie e indicata nelle figure 1 e 3.

Full Text:

PDF